Fontana della Botticella – Largo S. Rocco

Originariamente addossata alla facciata di palazzo Valdambrini (demolito per l’isolamento del Mausoleo di Augusto e l’apertura di piazza Augusto Imperatore), la fontana venne smontata e ricostruita in una grande nicchia rettangolare con sfondo architettonico architravato e rustico, ricavata nell’arco che fiancheggia la chiesa di S. Rocco.

Fu realizzata in marmo  bianco per conto degli Osti e Barcaroli nel 1774, sotto il pontificato di Clemente XIV, Ganganelli (1769-1774). come indica l’epigrafe, la quale dice testualmente:

BENEFICENTIA CLEMENTIS XIIII PONT MAX AQVA VIRGO ANN. 1774.

 

Entro la nicchia è raffigurata una rubiconda testa di giovane popolano, con berretto tipico della categoria dei facchini, che sporge da una valva di conchiglia e dalla cui bocca versa l’acqua nella sottostante piccola vasca semicircolare sospesa su scogli. Attraverso due cannelle poste alla base della vaschetta l’acqua passa in un catino rettangolare a bordi arrotondati (imbuto) che la immette in una botticella poggiata orizzontalmente entro una piscina posta a livello terra.

Questa fontana di cui si ignora l’autore ricorda vagamente quella del Facchino di via Lata eretta circa due secoli prima e della quale, secondo il D’Onofrio, costituisce una versione tardo-settecentesca.

Esse, infatti, hanno in comune il caratteristico berretto di categoria e la botticella; quest’ultima però in via Lata l’acqua la versa mentre in via di Ripetta la riceve.

E’ stata restaurata nel 1981.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...